Un  angolo  di  mondo  ancora  nascosto,  fuori  dai  circuiti  turistici  di  massa,  capace  di  regalare uno scenario naturale autentico dai colori mozzafiato tanto da meritarsi il titolo di riserva naturale e area marina protetta.

Sia che si tratti di  una  pura  vacanza,  sia  che  si  tratti  di  un’esperienza  memorabile come potrebbe essere la luna di miele, suggeriamo di pianificare un soggiorno di alcune notti nello splendido Arcipelago di Karimunjawa.

L’ultimo paradiso perduto è qui, un arcipelago composto da ventisette atolli, per lo più disabitati, con spiagge di sabbia bianchissima e un mare mozzafiato che protegge una spettacolare barriera corallina.

Su un atollo gremito di palme altissime, sorge il Kura Kura Resort, di un lusso discreto dove, in ogni villa con giardino e piscina privata, regna la privacy.

Legno, pietra, colori tenui dal sabbia al giallo e materiali rubati alla natura si accostano ad un arredamento confortevole e avvolgente.

Sull’isola  si  vive  in  maniera  disinvolta  e  la  giornata  scorre  in  sintonia  col  mare,  all’insegna  dello  sport  o  in  nome  dell’ozio.

Ci si può prendere cura di sè nella Spa, facendo jogging, oppure rilassandosi leggendo un libro sul pontile, accarezzati da una lieve brezza marina e infine tuffarsi dal molo per nuotare in un vero acquario. La cucina offre piatti locali e internazionali, nonché ottimi piatti di pesce da gustare sotto un cielo tempestato di stelle.

Ogni  dettaglio  viene  particolarmente  curato  dal  direttore  italiano, sempre presente e disponibile; per chi volesse fare immersioni  il  resort  ha  un  centro  diving  nuovissimo re attrezzato, con  dive master italiano e una marina molto fornita.

Lascia un commento.