Il Myanmar è un paese misterioso ed affascinante sospeso nel tempo.

Il Myanmar  è  un  paese  che  si  è  fermato  in  un  punto indefinito perso nel passato dove religione e magia si fondono. Un mosaico di popoli composto da oltre centotrenta gruppi etnici ognuno con un proprio patrimonio culturale ma con una comune caratteristica: essere cordiali e amichevoli.

La maggior  parte  degli  abitanti  è  di  fede  buddista  theravada, filosofia basata sui valori della tolleranza che viene praticata in concomitanza col culto nativo degli spiriti;  tutti  i  Birmani  almeno  una  volta  nella  vita  entrano  in monastero come novizi per trascorrere un periodo di monachesimo.

Per avere una visione completa delle ricchezze artistiche, archeologiche e culturali del paese ci si sposta attraverso le  più  interessanti  località  del  Myanmar  partendo  dalla  capitale  Yangon  che  mantiene  una  piacevole  atmosfera  coloniale  abbellita  da  laghi  idilliaci,  parchi  ombreggiati  e luoghi di culto di straordinaria bellezza come la Shwedagon Pagoda, passando per Bagan, un sito archeologico  dove un’infinità di templi e pagode sono disseminati in una vasta piana affacciata sul maestoso fiume Irrawaddy, fino ad arrivare sulle sponde del lago Inle, un vero bacino di luce, dove gli abitanti dei villaggi continuano a vivere secondo un ritmo secolare e i pescatori remano sulle sottili piroghe aiutandosi con una gamba in modo da avere le mani libere per tirare le reti.

Il Myanmar è un meraviglioso viaggio nel tempo tra imponenti pagode e monasteri, donne che si truccano il volto  con  il  thanaka,  uomini  che  masticano  betel,  fumano  sigari birmani e indossano il tradizionale Longyi.

Shwedagon Pagoda
La Shwedagon Pagoda, Yangon

Shwedagon Pagoda monaco

 

Shwedagon Pagoda tramonto
Shwedagon Pagoda

 

pagoda di Yangon
Buddha disteso della Chaukhtatgyi Pagoda di Yangon

 

shvezigon
Paya Shwezigon, Old Bagan.

 

bagan
Bagan

 

lago inle
Pescatori Intha sul lago Inle.

 

Lascia un commento.